Associazione Volontari del

CENTRO INTERNAZIONALE STUDENTI GIORGIO LA PIRA

Nostra meta: il mondo unito

57

Soci

258

progetti realizzati

40 Anni

di attività

80

volontari

Questa la nostra

MISSION

Operare nel campo dell’assistenza agli studenti di tutti i livelli scolastici e universitari, promuovere ed organizzare attività didattiche, formative a carattere culturale, sportive, promuovere lo sviluppo di contatti e scambi culturali con singoli e con associazioni italiane ed estere;

L’Organizzazione di Volontariato si prefigge in tal maniera di aiutare i giovani studenti ad acquisire le conoscenze scientifiche moderne senza dimenticare i valori universali della propria cultura di origine, per essere così, in maniera originale e personale, costruttori di una nuova società al servizio di ogni uomo in un mondo unito.

Così nacque

L’Associazione

Nel 1978, a pochi mesi dalla scomparsa del Professor Giorgio La Pira, l’Arcivescovo di Firenze, Card. Giovanni Benelli, costatava la solitudine, l’amaro disorientamento, le difficoltà concrete dei molti studenti esteri universitari presenti in città, particolarmente – come si diceva allora – di chi proveniva dai Paesi in via di sviluppo.
Volle dar vita ad un Centro Internazionale che dedicò significativamente a Giorgio La Pira – già Sindaco della città e grande uomo di pace – mettendo a disposizione alcuni bei locali nel centro storico.

Per l’animazione e la gestione di un’opera così nuova, che avrebbe dovuto coinvolgere l’intera Diocesi con il Volontariato, il Cardinal Benelli chiese aiuto a Chiara Lubich e ai membri del Movimento dei Focolari, che risposero subito con entusiasmo.

L’Associazione Volontari del Centro Internazionale Studenti Giorgio La Pira nasce quale emanazione del Centro La Pira e si pone, quale obiettivo precipuo, quello di essere un punto di accoglienza, di ritrovo e di riferimento per tutti gli stranieri bisognosi delle più disparate tipologie di aiuto: studenti internazionali che necessitano di mezzi materiali e didattici per proseguire gli studi, adulti stranieri che necessitano di imparare la lingua italiana per finalità burocratiche e occupazionali; stranieri che desiderano strumenti di integrazione sociale per poter, da un lato, inserirsi nel contesto della nuova città e, dall’altro, offrire come dono la propria cultura di provenienza; infine, stranieri delle seconde generazioni che hanno bisogno di strumenti di mediazione culturale.

Allo stesso tempo, l’Associazione si propone alla cittadinanza fiorentina quale luogo privilegiato per il dialogo interreligioso e il confronto interculturale.

Nei confronti di quanti sentano il bisogno di spendersi a titolo di volontariato, il Centro offre non solo diverse possibilità di contributo ma anche predispone percorsi di formazione che aiutino i volontari a sapersi approcciare nei confronti delle marginalità.

Consiglio Direttivo dell’Associazione

Marco Salvatori

Marco Salvatori

Presidente
Anna Maria Bazzini

Anna Maria Bazzini

Consigliere
Maurizio Certini

Maurizio Certini

Consigliere
Nicola Da Settimo

Nicola Da Settimo

Consigliere
Francesco Minoli

Francesco Minoli

Consigliere
Monica Paulesu

Monica Paulesu

Consigliere

LO STATUTO