Progetto CRESCENDO – Conoscere il mondo per essere cittadini consapevoli e attivi
Anno scolastico 2020/2021

 

 

Contesto di riferimento
Il progetto CRESCENDO è finanziato dalla Fondazione Migrantes e patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale e prevede l’organizzazione di incontri da svolgere nelle scuole secondarie di secondo grado dell’area metropolitana fiorentina. Il progetto rappresenta la continuazione del progetto Co.Me.Te. svolto nell’anno scolastico 2019/2020.
Gli incontri sono svolti da ragazzi e ragazze (cd. Formatori) provenienti da Paesi emergenti che grazie al Centro La Pira hanno potuto finire il proprio percorso di studi universitari o che lo stanno concludendo: lo scopo è quello di far emergere la particolarità di formatori che provengono da “traiettorie culturali diverse” e che attraverso la loro testimonianza possano attualizzare e contestualizzare la società di oggi e le questioni sociali/culturali/ambientali/politiche esistenti.
Gli incontri sono proposti alle scuole come progetto extrascolastico inserito nell’ambito della materia della Educazione Civica.

Obiettivo generale
Il progetto vuole contribuire a rendere i giovani cittadini responsabili, pienamente consapevoli del contesto in cui vivono e aperti alla comprensione delle Costituzioni e delle culture straniere.

Obiettivo Specifico
Contribuire alla materia della Educazione Civica nelle scuole di secondo grado, analizzando i valori ed i principi propri della Costituzione italiana, confrontandoli con gli assetti giuridici e le culture di altri Paesi del mondo e rafforzando le competenze dei ragazzi come cittadini attivi e responsabili.

Incontri e Tempistica
Il progetto prevedere una durata complessiva di 12 mesi, a partire da gennaio 2021.

Fase 0 – Coordinamento del progetto e documentazione delle attività

Fase 1 – Costituzione del Comitato Scientifico di progetto, coordinato e partecipato dal Professor Giuseppe Milan e ciclo di formazione dei 7 formatori
Grazie alla disponibilità del Professor Giuseppe Milan* i Formatori hanno potuto fare un percorso di formazione sulla pedagogia interculturale, nel periodo antecedente gli incontri nelle scuole.
*Ordinario di Pedagogia interculturale – Univ. di Padova
Docente di “Introduzione alla pedagogia” e di “Pedagogia interculturale” – Univ. di Trento
Docente c/o IUS – Istituto Univ. Sophia (Incisa Valdarno – FI)

Fase 2 – Cicli di 3 Interventi dei formatori nelle scuole e nelle classi individuate.
Gli incontri sono stati fissati fra marzo e giugno 2021 (in modalità di didattica a distanza o in presenza, a seconda delle disposizioni anti pandemia e a seconda delle indicazioni delle singole scuole).

Fase 3 – Valutazione dei risultati e disseminazione dell’esperienza vissuta.

I dati
Gli incontri si svolgono in 13 classi, fra la terza e la quinta superiore, appartenenti a 5 istituti scolastici diversi, per un totale di oltre 300 studenti coinvolti.

Risultati Attesi
1. Valorizzazione degli studenti universitari immigrati vogliosi di mettersi in gioco, attraverso la condivisione di informazioni approfondite sul proprio Paese di origine ed il confronto con la realtà italiana.
2. Coinvolgimento attivo degli studenti delle scuole superiori di Firenze attraverso l’approfondimento della propria identità di cittadini italiani ed attraverso la conoscenza del mondo e delle culture straniere.
3. Scambio interculturale.
4. Messa in pratica di una particolare ed innovativa metodologia formativa.

I Formatori
1. Sandra Rodrigues, del Brasile, avvocato, Laureata Magistrale in Fondamenti e Prospettive di una Cultura dell’Unità – Specializzazione in Studi Politici, Insegnante sulle materie della cittadinanza attiva e Costituzioni.
2. Vladimir Aparicio, della Colombia, laureato in Filosofia e Letteratura, Laureato magistrale in Fondamenti e prospettive di una cultura dell’unità con specializzazione in Studi Politici, Istituto Universitario Sophia, Mediatore culturale.
3. Jorge Jiménez Castro, della Colombia, laureato in Scienze Politiche. Attualmente, sta conseguendo una laurea magistrale con doppio titolo in Scienze Politiche nell’Istituto Universitario Sophia ed in Filosofia ed Etica delle Relazioni presso l’Università di Perugia. Si occupa di temi riguardanti alla memoria, la pedagogia per la costruzione di una cultura di pace e dei processi di riconoscimento delle vittime di conflitti armati.
4. Kaaj Tshikalandand, del Congo, laureanda in sviluppo economico e cooperazione culturale. Mediatrice culturale ed attivista per Action Aid sui diritti di cittadinanza delle nuove generazioni in Italia.
5. Mariagrazia Orlandi, Italiana, laureata in Lettere e Filosofia, formatrice e scrittrice.
6. Yorick Obame, del Gabon, laureato in Lingue, Letture e Studi Interculturali. Laureando magistrale in Teoria della Comunicazione, lavora sui temi dell’intercultura.
7. Haifa Alsakkaf, dello Yemen, laureata sia in scienze biologiche che in scienze politiche. Insegnante e dottoranda in pedagogia interculturale. Esperta di dialogo interculturale e interreligioso.

Finanziato da:

 

 

 

Con il patrocinio di:

 

 

 

 

 

 

Responsabile del Progetto:
Maurizio Certini – Direttore del CIS La Pira Firenze

Coordinamento del gruppo di formatori e organizzazione della formazione:
Rosetta Battista, Prof. Giuseppe Milan

Referente del progetto e contatti:
Nicoletta Bazzoffi
Email: progetti@cislapira.it