Lettera aperta al sindaco Dario Nardella sulla guerra in Ucraina

Firenze, 09/03/2022

 

Caro Dario,

l’aggressione della Russia ad uno Stato sovrano è in totale e aperta violazione di tutte le norme internazionali che hanno consentito di mantenere la pace in Europa dalla fine della seconda guerra mondiale. Perciò condividiamo la posizione che l’Amministrazione e la popolazione fiorentina hanno assunto su questo punto e appoggiamo la netta condanna che è stata espressa senza riserve dal nostro e da molti altri governi, nonché da numerosi soggetti della società civile. Ugualmente condividiamo le misure prese con le sanzioni economiche e finanziarie contro la Russia, sebbene con l’amara consapevolezza che un gran peso ricade sulla popolazione e particolarmente sui più deboli.

Siamo invece fermamente contrari alla decisione concernente l’invio in Ucraina di materiale bellico. Ricordiamo che al tempo della guerra di Corea, originata dall’aggressione alla Corea del Sud da parte della Corea del Nord, negli anni più bui della guerra fredda, l’Italia manifestò il suo appoggio ai sudcoreani con l’invio di un intero ospedale militare e del relativo personale ma senza fornire armi o munizioni. Vediamo oggi con preoccupazione una sorta di ondata di bellicismo che sta montando nel nostro paese; con posizioni che si spingono perfino a ipotizzare una “guerra santa” dell’Occidente contro la Russia.

I problemi non si risolvono con la guerra; la guerra è sempre il fallimento della politica! Siamo fermamente convinti che, nell’immediato, si debba con forza operare perché si giunga quanto prima a una totale cessazione delle ostilità. Come sostenne La Pira nel caso del conflitto vietnamita, si tratta di adottare l’interdictum del giurista romano Gaio vim fieri veto”,  che cessi cioè ogni violenza  e che si apra la strada  ad una Conferenza internazionale per affrontare la globalità dei problemi.

Constatiamo che purtroppo gli eventi di questi giorni  mostrano che la vecchia logica della contrapposizione prevale sul processo iniziato con la Conferenza di Helsinki del 1973. E pensiamo che sia un preciso dovere degli Stati europei quello di promuovere una iniziativa che rimetta in moto tale processo e si opponga a tutte le “politiche di potenza”, retaggio di un’epoca storica  superata. Occorre che, almeno finché non si tornerà ad un assetto internazionale adeguato, ad una accettata interdipendenza e una comune responsabilità, alcuni Stati che si trovano al confine tra i due “blocchi” debbano decidere autonomamente di non ospitare sul proprio territorio basi militari straniere e di fare una scelta di neutralità, costituendo così una “zona di sicurezza”. E quindi ci sembra, in questo momento, sbagliato pensare ad includere l’Ucraina nella NATO.

Abbiamo letto che, come Presidente di Eurocities, hai giustamente promosso una iniziativa di ferma condanna dell’aggressione russa. Ma è forse venuto il momento di allargare i compiti della “diplomazia della città” che oltrepassa i confini degli Stati e le politiche dei governi. Proprio Firenze, che nei giorni scorsi ha visto la firma di una importante Dichiarazione,  potrebbe invitare le principali città, anche russe, che si trovano in questa “zona di sicurezza” o sono ad essa adiacenti a proclamare la loro volontà di pace (“le città non vogliono morire” secondo l’espressione lapiriana) e a proporsi di contribuire alla costruzione di una Europa libera dalle minacce e impegnata nella edificazione di una società prospera e pacifica aperta al mondo intero.

Vogliamo sperare che la ideologia della “cortina di ferro” sia per sempre sepolta tra le anticaglie delle follie dell’umanità.

Fiduciosamente

 

Mario Primicerio, Fondazione Giorgio La Pira

Gabriele Pecchioli, Opera per la Gioventù Giorgio La Pira

Marco Salvatori, Centro Internazionale Studenti Giorgio La Pira

Maurizio Certini, Centro Internazionale Studenti Giorgio La Pira

Giovanna Carocci, Associazione Fioretta Mazzei

Piero Vinci, Associazione Opera di San Procolo

 

Assemblea dei soci – 28 luglio 2021

Assemblea 2021 PPT def.

APERICENA LIBANESE

Una sfida epocale: collegamento in diretta con Genova

Lunedì 6 Aprile, dalle 19 alle 21.00, ci sarà il primo dei collegamenti speciali di ECONOMIA DISARMATA , progetto della Zona Italia del Movimento dei Focolari:

http://www.focolaritalia.it/2020/04/02/una-sfida-epocale-collegamento-in-diretta-con-genova/

Il collegamento inizierà con una testimonianza di LUCIANO SGUOTTI (in prima linea col COVID19) e proseguirà con i protagonisti dell’azione al porto di Genova di cui il Papa parla nella sua intervista.

Per seguire il collegamento basta collegarsi, lunedì pomeriggio, all’indirizzo sottostante:
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=231481891565544&id=1209829069041703
Non è necessario avere un profilo Facebook

VIDEO – “Il potere e la cura. La politica ai tempi della pandemia” con Pasquale Ferrara

Serata webinar con Pasquale Ferrara sul tema “Il potere e la cura. La politica ai tempi della pandemia” con la partecipazione di Mauro Magatti, mercoledì 25 marzo 2020, dalle ore 20:45 alle 21:45, dal Polo Lionello Bonfanti.

Il nostro cordoglio per la scomparsa di Carlo Casini (da focolaritalia.it)

Apprendiamo con dolore la notizia della morte di Carlo Casini magistrato fiorentino, fondatore e per tanti anni Presidente del Movimento per la Vita Italiano, deputato italiano ed europeo a servizio della dignità del concepito come segno della dignità di ogni uomo.

Fin dai primi anni del suo impegno c’è sempre stata una naturale consonanza con lo spirito del Movimento dei Focolari e con Chiara Lubich, con la quale sono stati portati avanti eventi e iniziative per proclamare e testimoniare la difesa della vita di ogni essere umano anche attraverso il sostegno e l’aiuto a tante mamme e famiglie in difficoltà.

Il suo intelligente e competente impegno è stato un punto di riferimento per la società italiana, anche per la sua azione politica attraverso la quale ha dato tenacemente voce a “chi non ha voce”.

Lo pensiamo custode da lassù di tutte quelle madri e quelle famiglie in difficoltà, perché non debbano mai trovarsi a vivere la scelta drammatica se accogliere o meno il figlio che portano in grembo; e tutti coloro che quotidianamente si impegnano a favore della vita potranno trovare in lui un alleato prezioso per affidare il loro agire al Signore.

Ci stringiamo intorno alla figlia Marina e a tutta la famiglia rendendo gloria a Dio per la vita di Carlo, un grande dono per chiunque lo abbia conosciuto e testimonianza dell’Amore paterno di Dio per ogni uomo.

Rosalba Poli e Andrea Goller

Delegati Movimento dei Focolari – Italia

Fonte: http://www.focolaritalia.it/2020/03/23/il-nostro-cordoglio-per-la-scomparsa-di-carlo-casini/

Parole e suoni: corsi di formazione per il personale della scuola

La nostra Associazione organizza nel periodo novembre 2019 – marzo 2020 i seguenti corsi di formazione:

  • Propedeutica all’insegnamento dell’italiano L2 rivolto ai docenti della scuola primaria e secondaria
    di primo e secondo grado (iscrizioni entro il 16 dicembre 2019)   Programma completo e modulistica
  • Facilitazione e semplificazione linguistica come strategia per l’inclusione didattica nelle classi
    della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado rivolto ai docenti della scuola primaria
    e secondaria di primo e secondo grado (iscrizioni entro il 16 dicembre 2019)  Programma completo e modulistica
  • La musica dell’incontro. La scuola multiculturale tra cittadinanza, partecipazione ed interazione
    rivolto ai docenti di tutte le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado (iscrizioni entro il
    01 novembre 2019)  Programma completo e modulistica

Iscrizione: E’ possibile iscriversi inviando l’apposito modulo e l’attestazione di avvenuto pagamento di € 150,00 all’indirizzo didattica@cislapira.it . Si ricorda che il corso può essere pagato con la Carta del Docente.

Scarica qui l’informativa per saperne di più.

Il Centro La Pira aderisce alla campagna #IoAccolgo

In vista della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato del 29 settembre 2019, il Centro Internazionale Studenti Giorgio La Pira di Firenze aderisce alla campagna nazionale #IoAccolgo, promossa da svariati enti del terzo settore e realtà ecclesiali.
È una campagna sociale e culturale, finalizzata però a dare risposte concrete a tutti coloro che si trovano in difficoltà in ogni città, parrocchia e territorio del nostro Paese.
L’oggetto simbolo della campagna è la coperta termica: esporla sui balconi o in altri luoghi pubblici, sarà la prima maniera di aderire.
Se volete avere più informazioni potete consultare il sito www.ioaccolgo.it, dove troverete il manifesto della campagna e il documento fondativo.
La campagna durerà almeno un anno e proverà a fornire stimoli ed idee per agire in ambiti diversi.
La campagna si prefigge di promuovere un coinvolgimento vero e attivo per conoscere e incontrare altre realtà della propria città e per immaginare iniziative che aiutino tutti a percepirsi comunità locale solidale col desiderio di incontrarsi e aiutarsi reciprocamente.